Homepage

Benvenuto Ospite nel portale di AnticaSannicola !  Sei il visitatore N.

Le foto

Storia e tradizioni

NOTE STORICHE

Storia di Sannicola

      Antiche contrade abitate

      I confini

      S. Maria delle Grazie

Chiesanuova

San Simone

L'antico Rodogallo

I basiliani di Gallipoli

      S.Mauro

      San Salvatore

I Crocefissi

I casini

L'agricoltura

Le masserie

IL PRESENTE

Un giro per il paese

Le spiagge

      Lido Conchiglie

      P. Bianca-Rivabella

      Foto...di mare

Le campagne

Foto-puzzles 1 2

NOTE DI STORIA SALENTINA

I MESSAPI

      La storia 1 2

     La lingua

      La civiltà

      Alezio messapica

I monaci basiliani

Le masserie

LA TRADIZIONE

Unità di misura

Antichi recipienti

  Ringraziamento

  Avviso ai naviganti

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non sei ancora registrato?
Allora registrati subito per poter utilizzare tutte le risorse di AnticaSannicola.it!

S

San Salvatore

 

A non grande distanza da San Mauro vi è il complesso di San Salvatore, o meglio quello che ne rimane.

L'abbazia fu costruita, a differenza di San Mauro, non sulla serra, ma in pianura, in una zona rocciosa, in un sito che doveva trovarsi vicino ad un importante snodo viario (vie per Gallipoli - Nardò - San Mauro e probabilmente verso altri luoghi), quindi strategicamente rilevante. Davanti al complesso vi sono diverse tracce di carrare, cioè dei solchi scavati dalle ruote dei carri nella dura roccia nel corso dei secoli.

  Il complesso di S.Salvatore

 

La prima attestazione dell'esistenza dell'abbazia risale solo al 1325, ma è certo che il complesso originario fu realizzato molto tempo prima. 

San Salvatore fu il secondo monastero basiliano per importanza nella zona di Gallipoli, dopo quello non lontano di San Mauro e, a quanto è dato di capire, dovette avere una grande importanza anch'esso nell'organizzazione basiliana, probabilmente di natura prettamente economica.

Versa in pessime condizioni di conservazione, in quanto, tra l'altro, un'ala del complesso è crollata in epoca imprecisata, mentre tutto il resto è lasciato in totale abbandono. Anche questa struttura, al pari di San Mauro, insiste su proprietà privata.

La chiesa presenta una stretta analogia con quella di San Mauro, con la medesima divisione interna in tre navate; degli affreschi originari, che un tempo ricoprivano interamente le pareti, non è rimasto quasi niente; si intravedono solo, nell'abside, quattro figure di Santi vescovi con dei cartigli in mano, analoghi a quelli presenti in San Mauro, e, al di sopra, tracce quasi illeggibili di una scena sacra che una studiosa, Falla Castelfranchi, ha identificato come una Deésis ("manifestazione"), la quale darebbe conto del nome dell'abbazia.

L'abside (particolare)

Nelle vicinanze, vi sono alcune fosse granarie scavate nella roccia, prive ormai della loro copertura e altre evidenti tracce dell'originario insediamento dei monaci, come una grande cisterna per la raccolta dell'acqua piovana.

Dopo l'età basiliana, San Salvatore divenne dapprima -come S.Mauro- un'abbazia commendatizia, cioè una sorta di beneficio ecclesiastico per taluni cardinali romani, e successivamente si trasformò in una masseria con i suoi caratteristici curti (recinti), conservati in parte. Vennero realizzate altre costruzioni come una stalla posta nella zona retrostante la chiesa, mentre le stanza poste al piano terra ed al primo piano, ora in buona misura crollate o pericolanti, sono di datazione incerta.

Sarebbe auspicabile che il comune di Sannicola si adoperasse, come accaduto per S.Mauro, in primo luogo per la tutela e successivamente per il recupero di ciò che rimane dell'antica abbazia, pur tenendo conto che si tratta di beni appartenenti a privati.

Altre immagini di S.Salvatore

 

LuigiBidetti©2003. Tutti i diritti riservati.

Designed By francesco pasca


AnticaSannicola è una personalizzazione di Luigi Bidetti realizzata con il gruppo di lavoro singlossia by Francesco Pasca
Le immagini ed i testi degli articoli sono di proprietà del webmaster, il resto dei legittimi autori che se neassumono la relativa responsabilità. © 2000-2005

Powered by MD-Pro