Homepage

Benvenuto Ospite nel portale di AnticaSannicola !  Sei il visitatore N.

Le foto

Storia e tradizioni

NOTE STORICHE

Storia di Sannicola

      Antiche contrade abitate

      I confini

      S. Maria delle Grazie

Chiesanuova

San Simone

L'antico Rodogallo

I basiliani di Gallipoli

      S.Mauro

      San Salvatore

I Crocefissi

I casini

L'agricoltura

Le masserie

IL PRESENTE

Un giro per il paese

Le spiagge

      Lido Conchiglie

      P. Bianca-Rivabella

      Foto...di mare

Le campagne

Foto-puzzles 1 2

NOTE DI STORIA SALENTINA

I MESSAPI

      La storia 1 2

     La lingua

      La civiltà

      Alezio messapica

I monaci basiliani

Le masserie

LA TRADIZIONE

Unità di misura

Antichi recipienti

  Ringraziamento

  Avviso ai naviganti

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non sei ancora registrato?
Allora registrati subito per poter utilizzare tutte le risorse di AnticaSannicola.it!

I basiliani di Gallipoli

I basiliani di Gallipoli


Secondo antiche testimonianze, in Gallipoli i monaci basiliani avevano costruito un grande monastero intitolato a Santa Maria delle Servine, lungo le mura della città, e precisamente nel luogo in cui attualmente sorge il convento dei Domenicani. Il magnum monasterium Sanctae Mariae Servinarum venne distrutto nel 1284 (o 1269, secondo tesi più recenti e documentate) a seguito della presa e del saccheggio della città ad opera dell'esercito di Carlo d'Angiò.

Oltre a quell'antichissimo monastero, nel territorio dell'originaria diocesi gallipolina gli insediamenti basiliani (monasteri e/o piccole chiese) un tempo erano molto numerosi, in un'epoca nella quale non solo il clero, ma anche il rito religioso, la lingua, le influenze culturali e letterarie, i costumi erano greci.

L'acme della presenza basiliana sul territorio venne raggiunto, probabilmente, tra il secolo XII e gli inizi del seguente. Nel solo feudo della città ionica sono testimoniati i monasteri di San Mauro, di San Salvatore, di San Pietro dei Samari, di S.Stefano de Fonte (de Pygi in greco), di San Tirso e di Santa Maria de Ligiro, oltre a molte chiesette come quella di Santa Maria de Atoca ("luogo sterile") in Rodogallo.

Molti di questi monumenti non esistono più da secoli, travolti anch'essi dal rapidissimo tracollo dei basiliani, verificatosi agli inizi del XIV secolo; quelli che sono sopravvissuti versano in pessime condizioni di conservazione.
Fra questi ultimi, in territorio di Sannicola, si trovano gli insediamenti di San Mauro e San Salvatore.

 

San Mauro
San Salvatore
Gli altri insediamenti


©2001. Tutti i diritti riservati.

Designed By francesco pasca


AnticaSannicola è una personalizzazione di Luigi Bidetti realizzata con il gruppo di lavoro singlossia by Francesco Pasca
Le immagini ed i testi degli articoli sono di proprietà del webmaster, il resto dei legittimi autori che se neassumono la relativa responsabilità. © 2000-2005

Powered by MD-Pro