Homepage

Benvenuto Ospite nel portale di AnticaSannicola !  Sei il visitatore N.

Le foto

Storia e tradizioni

NOTE STORICHE

Storia di Sannicola

      Antiche contrade abitate

      I confini

      S. Maria delle Grazie

Chiesanuova

San Simone

L'antico Rodogallo

I basiliani di Gallipoli

      S.Mauro

      San Salvatore

I Crocefissi

I casini

L'agricoltura

Le masserie

IL PRESENTE

Un giro per il paese

Le spiagge

      Lido Conchiglie

      P. Bianca-Rivabella

      Foto...di mare

Le campagne

Foto-puzzles 1 2

NOTE DI STORIA SALENTINA

I MESSAPI

      La storia 1 2

     La lingua

      La civiltà

      Alezio messapica

I monaci basiliani

Le masserie

LA TRADIZIONE

Unità di misura

Antichi recipienti

  Ringraziamento

  Avviso ai naviganti

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non sei ancora registrato?
Allora registrati subito per poter utilizzare tutte le risorse di AnticaSannicola.it!

Le masserie salentine
Le masserie fortificate



In tutto il Salento tra la fine del Quattrocento e fino al Seicento si andarono edificando le masserie fortificate.

La masseria rappresentava il coraggioso tentativo di una vita lavorativa che si svolgesse completamente al di fuori delle città, difese da mura poderose e soldati professionisti. Per tale motivo le fortificazioni delle masserie erano indispensabili, anche se, probabilmente, servivano più a rassicurare gli abitanti che ad impedire un assalto in piena regola.

Le masserie, che sorgevano in zone inutilizzabili per l'agricoltura tradizionale, sovrintendevano spesso alle colture del frumento, dell'avena e dei legumi, ma l'attività principale era rappresentata dall'allevamento di ovini, caprini e bovini dai quali si ricavavano ottimi formaggi e latticini, nonché le carni di agnelli, capretti e vitelli.

La tipologia della masseria fortificata era più o meno sempre la stessa: un corpo centrale (torre), cui originariamente si accedeva con una scala a pioli, ritirabile in caso di pericolo, caditoie a protezione delle poche aperture (porte e finestre), dalle quali far cadere pietre o olio bollente, un muro di cinta dell'altezza di circa 2 mt., costruito con pietre e terra impastata, che delimitava un pezzo di terra non molto esteso chiamato li curti (dal latino cohors e greco chortos, recinto), destinato soprattutto a custodire le greggi.

Insieme al massaro ed alla sua famiglia, nella masseria vivevano poche altre famiglie, incaricate di coltivare i terreni circostanti, di provvedere alla pastorizia, ecc. Tutti costoro si ritenevano, nonostante i pericoli, fortunati, perché vivevano in una struttura che assicurava loro vitto e alloggio. Fortunato era soprattutto il proprietario della masseria, abitante in qualche vicina cittadina, che si ritrovava ad avere una sorta di gallina dalle uova d'oro, per via della merce pregiata che il massaro gli garantiva.

Curti della Masseria San Mauro

Come già detto, le masserie non potevano offrire una valida resistenza alle scorrerie dei nemici di turno ed i loro abitanti, che erano semplici contadini, dovettero spesso soccombere alle angherie.
Dal Quattrocento al Settecento, perciò, tutti i nemici del Salento ebbero modo di mettere a ferro e fuoco queste strutture abitate che, essendo lontane dalle città, non ne potevano ricevere alcun aiuto immediato.
Particolarmente insidiose furono le scorrerie dei Turchi che, fino all'età dei lumi, erano soliti sbarcare di notte e, seguendo i sentieri, arrivare fino alle masserie dove depredavano, violentavano, deportavano o uccidevano.

Nell'agro di Sannicola sono sopravvissute diverse masserie, anche se il loro stato è molto precario, tanto che qualcuna è già crollata. Fra le diverse che si possono menzionare, la Masseria Portolano, Masseria Crumisi, Masseria Camascia, ecc.

Designed By francesco pasca


AnticaSannicola è una personalizzazione di Luigi Bidetti realizzata con il gruppo di lavoro singlossia by Francesco Pasca
Le immagini ed i testi degli articoli sono di proprietà del webmaster, il resto dei legittimi autori che se neassumono la relativa responsabilità. © 2000-2005

Powered by MD-Pro