Homepage

Benvenuto Ospite nel portale di AnticaSannicola !  Sei il visitatore N.

Le foto

Storia e tradizioni

NOTE STORICHE

Storia di Sannicola

      Antiche contrade abitate

      I confini

      S. Maria delle Grazie

Chiesanuova

San Simone

L'antico Rodogallo

I basiliani di Gallipoli

      S.Mauro

      San Salvatore

I Crocefissi

I casini

L'agricoltura

Le masserie

IL PRESENTE

Un giro per il paese

Le spiagge

      Lido Conchiglie

      P. Bianca-Rivabella

      Foto...di mare

Le campagne

Foto-puzzles 1 2

NOTE DI STORIA SALENTINA

I MESSAPI

      La storia 1 2

     La lingua

      La civiltà

      Alezio messapica

I monaci basiliani

Le masserie

LA TRADIZIONE

Unità di misura

Antichi recipienti

  Ringraziamento

  Avviso ai naviganti

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non sei ancora registrato?
Allora registrati subito per poter utilizzare tutte le risorse di AnticaSannicola.it!

Chiesanuova

Cenni su Chiesanuova

 

Le origini di Chiesanuova, frazione a sud ovest del capoluogo che conta circa 1500 abitanti, non sono molto diverse da quelle di San Simone e Sannicola.

Il nome della frazione deriva dalla costruzione, nel '700, nei pressi della cappella di Santa Rosa, di una chiesa intitolata a S. Ludovico Bertrand per disposizione legataria del defunto medico Antonio Micetti di Gallipoli.

Contrada Juri - Antiche abitazioni rurali

Forse proprio questo fatto determinò l'abbandono progressivo della vicina contrada Juri, a favore della zona che venne presto chiamata Chiesa nuova, e che prima aveva il nome di Li Calò per la parte a valle e di Sargente (cioè "sergente") per il tratto a monte.


Casa del sergente Nisi  

 

Nella parte più elevata di quest'ultimo, infatti, spiccava solitaria le bella casa a due piani (vedi foto a lato) che il sergente Antonio Nisi, comandante della guarnigione di Gallipoli, si era fatto costruire intorno al 1640.

 

 

Fra i primissimi abitatori de Li Calò, sempre agli inizi del '600, anche Angelo Antonio Bidetti, mio progenitore venuto da Galatone.


A partire dalla metà del Settecento la contrada, seguendo una tendenza generale, iniziò ad accogliere un numero sempre maggiore di abitanti, e la crescita si mantenne costante anche nel secolo successivo.

La chiesa vecchia dell'Immacolata

 

Nel 1930 venne ultimata la chiesa dell'Immacolata, nei pressi dell'attuale strada per Gallipoli (vedi foto).

Lesionatasi successivamente la facciata del monumento, vicende alquanto turbolente portarono nel 1968 all'edificazione di una seconda chiesa, pure dedicata all'Immacolata, nella zona più a valle.

 

©2000. Tutti i diritti riservati.

Designed By francesco pasca


AnticaSannicola è una personalizzazione di Luigi Bidetti realizzata con il gruppo di lavoro singlossia by Francesco Pasca
Le immagini ed i testi degli articoli sono di proprietà del webmaster, il resto dei legittimi autori che se neassumono la relativa responsabilità. © 2000-2005

Powered by MD-Pro